Riciclaggio di auto rubate: tagliavano e smontavano auto per rivenderne i pezzi

Riciclaggio di auto rubate: tagliavano e smontavano auto per rivenderne i pezzi

Continuano le indagini per identificare gli altri responsabile


MARANO DI NAPOLI – Riciclaggio di auto rubate: tagliavano e smontavano auto per rivenderne i pezzi. Auto rubate negli ultimi giorni ritrovate dai Carabinieri. Erano in un capannone e 3 “specialisti” le stavano tagliando per rivenderle a pezzi
I Carabinieri della Compagnia di Marano hanno tratto in arresto in flagranza di reato Fortunato Piccirillo, 53 anni, Biagio Panico, 30 anni e Ciro Russo, 51 anni, tutti già noti alle FFOO e residenti nel quartiere napoletano di Miano.
Facendo irruzione in un capannone su via Barco ove i report dei servizi di pattugliamento indicavano movimenti sospetti, i militari dell’aliquota Radiomobile hanno sorpreso i 3 mentre erano intenti a tagliare con un flessibile 7 autovetture provento di altrettanti furti consumati tra la scorsa settimana e il 3 ottobre nel quartiere collinare del Vomero e in alcuni paesi del vesuviano e del casertano.
Continuano le indagini per identificare coloro che le hanno materialmente rubate e portate al trio.
Nel frattempo, dalle prime indagini, è emerso che ogni vettura rubata era stata “pagata” al ladro tra i 500 e i 600 euro e che l’intenzione di Piccirillo, Panico e Russo era quella di rivenderle a pezzi guadagnando il triplo di quanto elargito per ottenerle.
Gli arrestati sono stati tradotti nella Casa Circondariale di Poggioreale.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TORNA ALLA HOME