Villaricca, impianto rifiuti all’ordine del giorno, Chianese: “prima la salute dei cittadini”

Villaricca, impianto rifiuti all’ordine del giorno, Chianese: “prima la salute dei cittadini”

Il Consigliere Chianese, senza mezzi termini, si dichiara contrario alla realizzazione dell’ impianto: “si tratta dell’ennesimo sopruso”


VILLARICCA – Terminata, nella giornata di ieri, la riunione del Consiglio Comunale, presso la Sala intitolata a Don Luigi Sturzo della Casa Comunale di Villaricca.
Il punto n.7 all’ordine del giorno ha riguardato la realizzazione del nuovo impianto di trattamento dei rifiuti sul territorio di Giugliano.

Accesa è stata la discussione in aula, che ha visto maggioranza e opposizione interrogarsi sulle eventuali ripercussioni derivanti dalla costruzione di questo nuovo impianto, che mobile o permanente, metterebbe ulteriormente a rischio la popolazione.

Duro è stato giudicato il intervento in merito del Consigliere di maggioranza Aniello Chianese, che senza mezzi termini si è dichiarato contrario alla realizzazione dell’ impianto.
“Dinanzi alla salute dei cittadini non esistono tatticismi politici o bandiere di partito, bisogna tutelare i nostri territori dell’ennesimo sopruso – continua – i Comuni di Giugliano, Villaricca e tutta l’area a Nord di Napoli non possono continuare ad essere martoriati”.

L’impianto da 5 milioni di euro che la Regione ha deciso di realizzare a Giugliano, servirà a smaltire le ecoballe di Taverna del Re; attraverso un processo di separazione dei rifiuti riciclabili da quelli indifferenziati verranno smaltite definitivamente le ingenti quantità di spazzatura che da anni avvelenano l’area Nord.

La paura di molti cittadini, sia di Giugliano che dei comuni limitrofi, è quella che ben presto questa struttura si trasformi in un inceneritore permanente. Proprio per questo, Chianese rimarca la sua posizione ricordando, ancora una volta, ai colleghi consiglieri, al Presidente De Luca e al Sindaco di Giugliano Antonio Pozziello, che le scelte sbagliate fatte in passato hanno determinato drammatiche conseguenze per la popolazione che ancora ne paga il prezzo.

L’intervento in assise del consigliere si conclude, poi, con una promessa: “faremo politica anche senza fondi e senza mezzi, ci impegneremo perchè si riesca a trovare una soluzione, ma mai ci piegheremo a questo ennesimo compromesso per paura di non essere più sovvenzionati dalla Regione”.

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

TORNA ALLA HOME