Cercano casa ma gli viene negata perché omosessuali: omofobia nell’agro aversano

Cercano casa ma gli viene negata perché omosessuali: omofobia nell’agro aversano

Delusi i due ragazzi: “Siamo quasi nel 2019 e sentir parlare così fa tanta rabbia”


SANT’ARPINO – Tutti avrebbero diritto ad una casa, a prescindere dall’orientamento sessuale o dalla propria provenienza. Ma non la pensano così alcuni proprietari che, soprattutto nell’ultimo periodo, hanno deciso di non affittare la propria abitazione a studenti meridionali, o in questo caso ad una coppia di ragazzi in cerca di una casa.

La vicenda è avvenuta a Sant’Arpino, piccolo comune del casertano. A renderla nota un post di sfogo di uno dei due ragazzi coinvolti, in cui veniva espresso il proprio disappunto su quanto accaduto. I ragazzi, come tante coppie, erano in cerca di un appartamento in cui vivere e dopo aver visto un annuncio di affitto, hanno immediatamente contattato telefonicamente il proprietario. Quest’ultimo si è reso da subito disponibile e ben disposto a mostrare l’abitazione all’ interessato, fissando un appuntamento, ma quando gli è stato riferito che sarebbero stati due uomini a condividere l’abitazione si è mostrato titubante, ritirando la propria disponibilità: dal parer suo i vari condomini, per lo più famiglie con figli, potevano non condividere tale decisione. Per la coppia si tratterebbe però di una banale scusa usata dall’affittuario.

“Siamo quasi nel 2019 e sentir parlare così fa tanta rabbia”, queste le parole finali del ragazzo per commentare il comportamento del proprietario, che ha negato loro la possibilità di affittare l’appartamento.