Esce di casa e si getta nel Tevere: disperse le figlie di 6 mesi

Esce di casa e si getta nel Tevere: disperse le figlie di 6 mesi

L’allarme è scattato quando il testimone ha assistito al suicidio e, contemporaneamente, quando un uomo ha denunciato alle forze dell’ordine la scomparsa della moglie e delle due figlie


ROMA – Tragedia nella capitale. Una donna di 38 anni è stata trovata morta nel Tevere a Roma. La vittima si era allontanata da casa con le due figlie, gemelle di sei mesi. A dare l’allarme un passante che l’ha vista lanciarsi nel fiume all’altezza di Ponte Testaccio. Nessuna traccia al momento delle bambine: sono in corso ricerche da parte dei vigili del fuoco e della polizia. Il racconto del marito: “Mi sono svegliato e non c’erano più”. La Procura indaga per omicidio-suicidio.

L’allarme è scattato quando il testimone ha assistito al suicidio e, contemporaneamente, quando un uomo ha denunciato alle forze dell’ordine la scomparsa della moglie e delle due figlie.

I poliziotti hanno poi accertato che si trattava della stessa persona e dunque sono scattate le ricerche delle piccole. Gli investigatori hanno interrogato l’uomo, la madre della donna e lo stesso testimone per capire se possa aver visto anche altro prima che la donna si gettasse nel Tevere.

“Quando mi sono svegliato, mia moglie e le mie figlie non c’erano più”, ha raccontato il marito della 38enne, al momento della denuncia.

FONTE E FOTO: TGCOM24