Operazione della GdF, sequestrati articoli pirotecnici illegali e pericolosi

Operazione della GdF, sequestrati articoli pirotecnici illegali e pericolosi

Individuate due attività commerciali che proponevano per la vendita del materiale illegale. Arrestati in tre


NAPOLI – La Guardia di Finanza, del gruppo Pronto Impiego di Napoli, nell’ambito di un’attività info-investigativa nello specifico settore, in due distinti interventi, hanno individuato due attività commerciali che proponevano per la vendita materiale pirotecnico illegale. Sequestrati 429.715 pezzi tra cui oltre 3.200 manufatti artigianali del tipo petardo, non convenzionali, volgarmente denominati “cobra, cipolle e trac” e aventi le caratteristiche di vere e proprie bombe.

Il sistema escogitato per occultare il materiale esplodente è risultato essere molto ingegnoso, per sfuggire ai controlli delle forze di polizia, gli ordigni esplosivi venivano occultati all’interno di autovetture parcheggiate nelle immediate adiacenze degli esercizi commerciali adibiti alla vendita di articoli pirotecnici e venivano prelevati solo su specifica ordinazione degli incauti acquirenti. a seguito di ispezione a cura degli artificieri della polizia di stato, è stato rilevato che i predetti manufatti erano da ritenersi ad alta lesività, in ragione delle specifiche caratteristiche tecniche e dell’alto potenziale esplosivo.

Al termine del servizio, sono stati sottoposti a sequestro tutti i pezzi rinvenuti, 429.715, mentre 3 responsabili sono stati arrestati. L’attività di servizio testimonia il costante presidio esercitato dalla guardia di finanza sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.