Video pedopornografici sul PC del sindaco: condannato

Video pedopornografici sul PC del sindaco: condannato

Durante l’esame il sindaco ha esplicitamente dichiarato di aver aperto dei siti e di essere stato attratto da alcune immagini e di averle lasciate sul computer per negligenza o dimenticanza


sindaco

ROFRANO – Il sindaco di Rofrano Nicola Cammarano è stato condannato ad un anno di reclusione per aver scaricato e detenuto materiale pedopornografico.

Il materiale in questione sarebbe stato salvato nella cartella chiamata “video6” e ritrovato durante un controllo della Guardia di Finanza di Vallo della Lucania.

Nella sentenza, emessa a Luglio dal presidente Gaetano de Luca, viene scritto: “Risulta senz’altro singolare e pertanto non credibile che da una navigazione su comuni siti porno possano aprirsi del tutto involontariamente e così agevolmente oltre 500 siti di natura pedopornografica e che altrettanto casualmente sia confluito sul computer dell’imputato un files contente circa 800 immagini di carattere pedopornografico” ed anche che “I dati esposti durante il dibattimento convergono tutti verso una consapevole condotta di scarico del materiale pedopornografico, l’imputato poi successivamente all’attività di download ha consapevolmente detenuto il materiale”.

Tutto questo è emerso anche dalle dichiarazioni dell’imputato, il sindaco Nicola Cammarano, durante l’esame, come riporta Il Mattino, ha infatti affermato di “avere aperto due o tre cartelle di essere stato particolarmente colpito da alcune foto che ritraevano una ragazzina e una donna più adulta e infine di aver lasciato tali foto sul computer quasi per una sorte di negligenza o dimenticanza”.

FOTO DI REPERTORIO

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra Fanpage