Giugliano, Ragosta: “i commercianti oltre al danno subiscono pure la beffa”

Giugliano, Ragosta: “i commercianti oltre al danno subiscono pure la beffa”

Il caso riguarda le aliquote troppo elevate per i commercianti giuglianesi e pari a zero per i grandi centri commerciali


GIUGLIANO – Il Sindaco Poziello e l’assessore al Commercio Miriam Marino ce la stanno davvero mettendo tutta per distruggere definitivamente il commercio a Giugliano. E devo dire che grazie, anche, al contributo della loro maggioranza, ci stanno riuscendo bene.

Con l’approvazione del bilancio 2018 ci sono stati per le attività commerciali aumenti della tassa dei rifiuti che arrivano a superare il 50%. Ed ora che il comune, in ritardo, ha inviato le richieste di pagamento, se ne stanno accorgendo tutti.

Le tabelle delle categorie commerciali sono state stravolte per aumentare le aliquote a seconda delle varie superfici.

Che cosa ha fatto l’assessore al Commercio per tutelare la categoria? Assolutamente nulla! Anzi, ha firmato e sostenuto in giunta questo sciagurato provvedimento.

Sono tantissime le chiamate che in queste ultime ore ho ricevuto da parte di commercianti che si sono visti arrivare la Tari più che raddoppiata. Mi sono recato negli uffici ed ho constatato, mio malgrado, che le nuove tariffe approvate dalla maggioranza in aula, con il voto contrario di noi consiglieri di opposizione, stanno dando i loro esiti negativi, tartassando ulteriormente i commercianti Giuglianesi. Tutto questo a causa anche dell’approvazione dell’ultimo regolamento sui tributi.

Insieme ai colleghi di opposizione mi sono opposto ed ho votato CONTRO questa proposta. Ma il voto della sola minoranza, anche se coesa, non ha superato il voto di una maggioranza cinica e cieca.

E adesso veniamo alla beffa:

Sapete invece quanto pagano i grandi centri commerciali che superano i 500mq di superficie, tipo Auchan?

Quasi ZERO!
Cari commercianti, avete capito bene…

Questo perché hanno dei contratti privati con aziende che smaltiscono rifiuti e, in virtù di ciò, sono state concesse loro una serie di agevolazioni che con le precedenti amministrazioni non avevano. In questo modo azzerano quasi totalmente il loro tributo comunale.

In poche parole, non pagano nemmeno la gestione base del servizio, quella che paga anche un semplice residente che per questioni lavorative non vive sul territorio.

Una gestione sempre più fallimentare di questa città.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra Fanpage

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO