Nozze ed altri eventi privati nella Reggia di Caserta: scatta l’inchiesta

Nozze ed altri eventi privati nella Reggia di Caserta: scatta l’inchiesta

Probabile che il nuovo filone d’indagine sul sito borbonico sia scattato dopo gli accertamenti disposti in seguito al clamoroso furto all’interno della sala che ospita la mostra Terrae Motus


CASERTA – Un  intero anno di attività della Reggia di Caserta è al vaglio della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Dodici mesi di affidamenti di servizi e di concessioni dei locali del sito borbonico per eventi, feste, mostre, ma anche per quel matrimonio da favola che iniziò a piazza del Plebiscito e si concluse, in pompa magna, dentro le mura vanvitelliane di Caserta. C’è questo, ma c’è anche altro, dietro l’acquisizione di atti disposta dai pm ed eseguita, tra ieri e lunedì, dai carabinieri della compagnia di Caserta. Il fascicolo non reca al momento alcuna ipotesi di reato, da ambienti giudiziari si apprende che non vi sono persone indagate, ma è facile ipotizzare che il nuovo filone d’indagine sul sito borbonico sia scattato dopo gli accertamenti disposti in seguito al clamoroso furto all’interno della sala che ospita la mostra Terrae Motus.

La mattina del 10 giugno 2018 i dipendenti del ministero in supporto ai custodi, unici deputati alla sorveglianza del sito, si accorgono che è stato trafugato di un pezzo della scultura di Boltanski. La mostra che negli anni ’80 aveva una collocazione dignitosa sull’ala del Palazzo che include gli appartamenti, è sistemata, con l’arrivo di Felicori, in una zona più secondaria, senza allarmi né telecamere. Con l’ex voto sparito mentre, dicono alcuni dipendenti, gli artisti che la sera del furto usano, non si sa perché, proprio la sala di Terrae Motus come un camerino per cambiarsi, s’alza un polverone di quelli cui la storia recente della Reggia ci ha abituati. Scoppiano polemiche e recriminazioni e, da ieri è chiaro, s’apre un’indagine. Che mira a far luce sulle modalità utilizzate per affidare cotanto vanvitelliano sito ad associazioni, società e privati per l’allestimento di mostre, eventi e nozze da reali.
FONTE: ILMATTINO.IT