Chiariello: “Sindaco Russo flagello di Sant’Antimo, dove passa lui non cresce più l’erba”

Chiariello: “Sindaco Russo flagello di Sant’Antimo, dove passa lui non cresce più l’erba”

L’attacco del consigliere di centrodestra nel commentare la notizia delle razzie compiute da ignoti nelle case degli sfollati di via Giannangeli e gli atti di teppismo ai danni di cittadini


Sant'Antimo

SANT’ANTIMO – “Dove passa questo sindaco non cresce più un filo d’erba: Russo è il flagello di Sant’Antimo”. Così il consigliere Corrado Chiariello, coordinatore dei consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di San’Antimo commentando la notizia delle razzie compiute da ignoti nelle case degli sfollati di via Giannangeli e gli atti di teppismo ai danni di cittadini. “Non c’è sorveglianza notturna e neppure diurna visto che – denuncia Chiariello – appena ieri un gruppo di teppistelli non ha avuto nessun problema a fare irruzione nella palestra gestita dalla Hinna Atletica per poi aggredire la madre di alcuni ragazzini iscritti”.

“Capisco lo scoramento degli sfollati e comprendo il desiderio del responsabile tecnico della Hinna di mollare tutto e andare via. A entrambi esprimo la mia vicinanza: qui, mentre l’amministrazione passa il proprio tempo sui social , va tutto a rotoli”. “Mi chiedo con quale faccia il sindaco  cominci già a chiedere in giro un impegno per qualche suo congiunto alle prossime regionali”, conclude l’esponente di centrodestra.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI