Muore una loro parente e distruggono il reparto dell’ospedale: “vadano in galera”

Muore una loro parente e distruggono il reparto dell’ospedale: “vadano in galera”

“I responsabili- accusa il consigliere regionale dei Verdi, Borrelli – devono essere puniti con la massima severità. Auspichiamo che per loro possano aprirsi al più presto le porte del carcere”


BOSCOTRECASE – Ieri alcuni balordi hanno devastato l’ospedale di Boscotrecase, in provincia di Napoli, dopo il decesso di una loro parente.  In un reparto della struttura è infatti scoppiato il caos. Sono stati distrutti macchinari e sono stati malmenati alcuni membri del personale del nosocomio. Decise le dichiarazioni in merito del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli: “Finiscano tutti in galera e risarciscano i danni. Uno degli aggressori era ai domiciliari. Torni in cella, è un pericolo pubblico”

“I camorristi che hanno distrutto un reparto dell’ospedale di Boscotrecase, malmenando il personale, devono essere puniti con la massima severità. Auspichiamo che per loro possano aprirsi al più presto le porte del carcere. E’ giusto inoltre che risarciscano i danni provocati, sia alle persone che alle suppellettili e ai macchinari del nosocomio”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli, commentando la devastazione dell’ospedale di Boscotrecase in seguito al decesso di una donna. “Secondo quanto riferiscono fonti di stampa gli aggressori sarebbero organici al clan Gionta di Torre Annunziata. La donna deceduta sarebbe la moglie di uno degli affiliati. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari, ha abbandonato l’abitazione per andare a devastare l’ospedale. Dinanzi a tale follia è necessario che torni in carcere. Siamo di fronte ad un pericolo pubblico”.

LE FOTO DEI DANNI:

LEGGI ANCHE:

Donna muore in ospedale, parenti picchiano medici e distruggono reparto