Aggressioni agli operatori del 118: in arrivo le telecamere di sorveglianza

Aggressioni agli operatori del 118: in arrivo le telecamere di sorveglianza

Sarà rafforzata la sicurezza anche nei pronto soccorso degli ospedali


OPERATORI

NAPOLI – E’ diventata la quotidianità leggere di medici, infermieri e operatori del 118 aggrediti dai familiari dei
pazienti. Sempre più frequenti le denunce degli addetti ai lavori costretti a lavorare in una situazione insostenibile. Si passa da minacce verbali a vere e proprie azioni punitive, in alcuni casi ad essere presi di mira sono, oltre agli operatori sanitari, i locali dei pronto soccorso, sfasciati in preda alla rabbia, e le autoambulanze, rei a detta dei parenti, di essere giunti sul luogo in notevole ritaro. Per contrastare questo fenomeno criminale in ascesa, il Questore di Napoli, Antonio De Iesu annuncia più guardie giurate nei pronto soccorso e videosorveglianza con sistemi di controllo avanzati sia nei nosocomi sia sulle autoambulanze. Sono già partiti due progetti dell’Asl Napoli 1: “Sicurezza nei Pronto soccorso” e “Sicurezza del servizio 118”. Essi puntano ad arginare il fenomeno in espansione di ritorsione dai parte dei familiari di pazienti. Il neo commissario straordinario, Ciro Verdoliva, ha illustrato un piano per tutelare la sicurezza di pazienti e operatori sanitari. Il Questore De Iesu mette in risalto la figura ed il valore delle guardie giurate.

L’associazione Nazionale Guardie Particolari Giurate, attraverso il suo Presidente, Giuseppe Alviti, spinge per riformare la legge che inquadra le guardie giurate. «Come dimostrano le parole del Questore, siamo molto di più che metronotte e alle classiche mansioni di controllo di clienti privati, gli Istituti di Vigilanza operano nei diversi scenari di scorta valori, armi e munizioni, affiancamento alle attività delle Forze dell’Ordine, controllo in snodi logistici come porti e aeroporti, ingressi di palazzi istituzionali», sottolinea Alviti che chiede l’intervento del Ministro degli Interni Salvini.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK