Pulmino di una scuola calcio preso d’assalto da teppisti in scooter

Pulmino di una scuola calcio preso d’assalto da teppisti in scooter

Vetri in frantumi e tanta paura per una squadra di miniallievi


calcio

NAPOLI – Scene che hanno niente a che fare con la passione per il calcio, quelle viste ieri a margine di una partita di
calcio tra ragazzini. L’episodio è accaduto nel rione Sanità dove si era svolta la partita di miniallievi cat. 2003
Spaccanapoli Sporting – Caravaggio/Barone calcio. Al termine della gara, vinta dai padroni di casa per 4-0, il
mezzo della compagine ospite è stato circondato da una serie di motorini lungo le strette viuzze del rione.

Le minacce verbali si sono trasformate in veri e propri atti di guerriglia. I ragazzi sugli scooter hanno iniziato
a colpire il pulmino con bastoni, lanciando inoltre pietre verso lo stesso. I vetri sono andati in frantumi mentre i ragazzini all’interno terrorizzati chiedevano aiuto alla dirigenza adulta che li accompagnava. A rendere noto l’accaduto è stata la società sulla propria pagina Facebook. I dirigenti hanno lamentato il clima di tensione e minacce che si è respirato durante la partita e il mancato arrivo delle forze dell’ordine tempestivamente avvisate quando è iniziata la rappresaglia. “Non può accadere che ragazzi di 15/16 anni hanno rischiato di rimanere gravemente feriti con pietre o schegge di vetro rotto, le cui stesse pietre venivano lanciate da ragazzi della medesima età, senza pensare alla gravità di ciò che potesse accadere”.

I dirigenti denunciano inoltre che alcuni dei ragazzini autori degli atti vandalici erano gli stessi che pochi minuti prima erano in campo nelle fila della squadra locale. Il post termina con una denuncia sociale: “Il pullmino ed i vetri si riparano, ma il ricordo di una Domenica così triste non potrà mai essere cancellato con ragazzi impauriti e staff basito da così tanta inadempienza generale”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK