Diplomi invisibili: sospesi 5 bidelli campani

Diplomi invisibili: sospesi 5 bidelli campani

Gli operatori scolastici lavoravano in alcune scuole toscane


diplomi

PISTOIA – 5 operatori scolastici precari operanti nel pistoiese sono stati sospesi dal servizio per aver presentato
all’epoca domanda per essere inseriti nelle graduatorie del personale ATA di terza fascia nella provincia di
Pistoia, dichiarando come titolo un diploma di scuola superiore risalente al 2012. L’esame effettuato in
sessione straordinaria ad agosto in scuole paritarie senza autorizzazione del Miur ed il massimo punteggio
finale, hanno insospettito i dirigenti scolastici. Grazie al massimo punteggio del titolo di studio, riuscivano a
scavalcare i colleghi e assicurarsi un posto vacante come bidelli nel corso degli anni. Inoltre i diplomi non
risulterebbero regolari e le strutture che li hanno emessi, tra Napoli, Salerno e Caserta, non esistono più.
L’indagine è scattata a seguito di una segnalazione anonima che invitata il provveditorato a svolgere
approfondite verifiche su determinati nominati presenti in graduatoria. I 5 bidelli sono stati licenziati ed è
stato aperto nei loro confronti un procedimento.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK