Operai napoletani morti sul lavoro: lavoravano per una ditta di Casoria

Operai napoletani morti sul lavoro: lavoravano per una ditta di Casoria

Entrambi 45enni, lavoravano accanto ai binari, in un cantiere, dove stavano realizzando delle paratie nei pressi della ferrovia


MILANO – Due operai napoletani sono morti oggi intorno alle 11:30 in un tragico incidente sul lavoro. Sarebbero stati travolti dalla paratia che stavano sistemando. I due erano al lavoro alla stazione di Pieve Emanuele, in provincia di Milano.

Le vittime- come riporta milanotoday.it- lavoravano accanto ai binari, in un cantiere, dove stavano realizzando delle paratie nei pressi della ferrovia. Per motivi ancora da accertare è stata proprio una delle paratie a cedere schiacciandoli senza possibilità di fuga.

Inutili i soccorsi degli equipaggi di due ambulanze e l’arrivo di un elicottero del 118. Uno dei due operai, purtroppo, è morto sul colpo, per l’altro c’è stato un lungo quanto infruttuoso tentativo di rianimazione da parte dei sanitari.

Secondo indiscrezioni, i due partenopei lavoravano per la ditta Cefi srl, che stava seguendo il cantiere per conto di Ferrovie dello Stato. Forse, a causare il crollo del muro potrebbe essere stata una manovra errata con una gru.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Corsico, gli agenti della Polfer, i vigili del fuoco e i tecnici di Rete ferroviaria italiana.

ECCO CHI ERANO:

Le due vittime lavoravano per la ditta Cefi di Casoria. Si tratta di Salvatore Borriello, 47 anni, e Salvatore Palumbo, 55.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI