Agricoltura, Beneduce: “Con BioWine si rafforza filiera vitivinicola sostenibile”

Agricoltura, Beneduce: “Con BioWine si rafforza filiera vitivinicola sostenibile”

“Incentivare buone prassi di settore e puntare a fare un prodotto d’eccellenza che faccia conoscere anche le nostre magnifiche aree interne”


BioWIne

NAPOLI – “Con BioWine, il progetto che coinvolge i comuni campani del Sannio, dell’Irpinia e del Cilento, con Guardia Sanframondi capofila, la Campania assume un ruolo di primo piano in Italia e a livello internazionale, specie in occasione di ‘Sannio Falanghina Città europea del Vino 2019’. L’intento è quello di far rete con l’area del Prosecco Superiore Docg della provincia di Treviso e creare nuove e virtuose sinergie tra eccellenze enologiche italiane”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliere regionale e componente della Commissione Agricoltura della Campania, a margine della presentazione questa mattina presso la sede del Consiglio regionale di “BioWine”.

“E’ una fortuna che vi siano amministrazioni comunali tanto sensibili al concetto di processo sostenibile e di cooperazione interistituzionale nell’ambito della filiera vitivinicola. L’evento di questa mattina nella sede dell’assemblea campana ne è la dimostrazione più eloquente. Occorre sperimentare buone prassi già adottate ed esistenti in altre aree del Paese, dove il vino è una risorsa che fa da traino per l’economia e dove si ha un’attenzione certosina per l’ambiente”, prosegue Beneduce.

“Sono felice che la presidente D’Amelio abbia deciso di ospitare la presentazione di BioWine in Consiglio regionale perché è qui, nel luogo istituzionale per eccellenza della Campania, che si deve lavorare per potenziare il sistema territoriale della produzione biologica e vitivinicola, incentivando buone prassi di settore e puntando a fare un prodotto d’eccellenza che faccia conoscere anche le nostre magnifiche aree interne”, conclude l’esponente azzurro.

TORNA ALLA HOME PAGE E SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK