Bimbo di 4 anni morto in piscina a Mirabilandia: si controllano le telecamere

Bimbo di 4 anni morto in piscina a Mirabilandia: si controllano le telecamere

Il piccolo è sfuggito al controllo della madre ed è annegato


RAVENNA – Si attende l’analisi dei filmati delle due telecamere di sicurezza che puntano sulla zona dell’incidente, già acquisiti dalla magistratura, per ricostruire tutti i dettagli degli ultimi istanti di vita di Edoardo, il bambino di 4 anni morto presumibilmente annegato attorno alle 16.00 di ieri in una delle piscine di ‘Mirabeach’ all’interno del parco divertimenti di Mirabilandia, a Ravenna.

Secondo quanto finora ricostruito dai carabinieri, il bimbo, accompagnato dalla madre, si trovava in una piscina per bimbi vicino a uno scivolo quando la donna gli avrebbe detto di attendere qualche istante fermo.

Ma è a quel punto che il bambino, forse attratto da un’animazione in corso, è riuscito a raggiungere uno specchio d’acqua di un metro e dieci di profondità dove poi si è tuffato o è caduto.

Il primo a notarlo a faccia in giù, e a intervenire, è stato un bagnino di salvataggio. Poi è arrivato anche il medico del presidio interno di Mirabilandia e quindi il 118 con ambulanza ed elicottero.

Vani tutti i tentativi di rianimarlo: il decesso del piccolo è stato constatato durante il trasporto all’ospedale di Ravenna.