Cani uccisi e mangiati al Festival di Yulin, si ripete la mattanza

Cani uccisi e mangiati al Festival di Yulin, si ripete la mattanza

Si stima che siano in 10 milioni a subire questa sorte ogni anno in Cina


cani

CINA – E’ arrivato alla sua decima edizione il Festival di Yulin, meglio noto come Lychee and Dog Meat Festival, nella città cinese di circa sei milioni di abitanti nel sud-est della Cina. Questa annuale kermesse che si tiene dal 21 al 30 giugno, è saltata agli onori della cronaca per la brutale mattanza di animali. Infatti la tradizione vuole che migliaia di cani siano brutalmente uccisi e mangiati sul posto dalla popolazione.

Mangiare la carne di cane in Cina è un’usanza millenaria. Risale infatti a circa 4 mila anni fa. La Cina consuma annualmente circa il 70% di carne di cane al mondo. Secondo uno studio ogni anno si mangiano circa 10 milioni di cani. Il festival fu ideato nel 2009 per aumentare il commercio della carne di cane. Approvato dal governo cinese, Yulin è diventata la mecca annuale per gli amanti della carne di cane, che si spostano da tutta la Cina per assistere al festival.

Da anni l’occidente si mobilità affinché questa orribile usanza abbia fine. Una petizione online su change.org ha raggiunto circa tre milioni di firme, ma sembrano non essere bastate per persuadere il governo cinese a porre fine alla bieca tradizione. Anche quest’anno Yulin si trasformerà in una carneficina che vedrà inconsapevoli protagonisti i migliori amici dell’uomo, spesso rubati alle famiglie d’origine per finire nelle gabbie di venditori di animali cinesi.

TORNA ALLA HOME PAGE E SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK