Chiusa in auto e violentata a turno da 2 amici: “doppia condanna agli aguzzini”

Chiusa in auto e violentata a turno da 2 amici: “doppia condanna agli aguzzini”

Fu condotta nei pressi di un liceo e costretta a consumare un rapporto sessuale


violentata

NOCERA INFERIORE – Fu sequestrata e violentata in auto da due giovani di Pagani, Antonio saggese e Giuseppe Bombardino. La Procura generale ha chiesto la conferma della condanna inflitta in primo grado di 4 anni e 8 mesi ciascuno. Ieri mattina la richiesta della pubblica accusa in Corte d’Appello, alla quale è seguita l’arringa difensiva del legale di fiducia dei due imputati, l’avvocato Stanislao Sessa, che ha chiesto invece una rideterminazione della pena. Il collegio pronuncerà sentenza il prossimo 12 luglio.

I fatti risalgono invece al 13 febbraio del 2016, quando i due avrebbero costretto con la forza una ragazza di 16 anni ad entrare in auto. La vittima, secondo quanto riporta Il Mattino, conosceva entrambi i ragazzi, che in primo grado avevano sostenuto la consensualità del rapporto. La ragazza fu invitata a salire in auto prima con modi gentili, poi con la forza, nonostante i suoi tentativi di fuga. Una telecamera di sorveglianza su strada registrò tutta la sequenza. Durante il tragitto – secondo le indagini della procura – la minore riuscì ad uscire dall’auto, chiedendo per due volte aiuto. In un caso, un passante non le avrebbe dato attenzione, pensando ad un litigio tra fidanzati. Quando fu poi riportata all’interno, fu condotta nei pressi di un liceo e costretta a consumare un rapporto sessuale con entrambi gli imputati. La violenza durò all’incirca un’ora.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage