Demolito il ponte Morandi: abbattute le pile 10 e 11 alle 9:37

Demolito il ponte Morandi: abbattute le pile 10 e 11 alle 9:37

Presenti il premier Giuseppe Conte e i ministri Luigi Di Maio, Matteo Salvini ed Elisabetta Trenta


GENOVA – Demolito questa mattina il ponte Morandi: con 1.300 chili di dinamite, nell’arco di sei secondi, sono state abbattute le pile 10 e 11 di ciò che restava del viadotto. Prima di eseguire l’operazione, 3.400 cittadini genovesi hanno dovuto lasciare all’alba la propria abitazione. L’evacuazione è stata anticipata per motivi di sicurezza per gli over 75, le donne incinte e le persone con difficoltà motorie o disabilità.

L’esplosione è avvenuta come era stato programmato. A causa di un ritardo iniziale dovuto alla presenza di un inquilino che non voleva lasciare il suo appartamento, le operazioni sono slittate dopo le 9. Alle 9,28 sono entrati in funzione gli idranti che alla base delle pile 10 e 11 hanno bagnato il terreno per ridurre le dispersioni di polvere. Alle 9.32 la sirena ha iniziato a suonare e alle 9.37 sono avvenute le esplosioni: subito una grande nuvola bianca ha avvolto le pile che collassavano e i palazzi attorno. Poi pian piano la polvere si è depositata intorno e il ponte è scomparso definitivamente.

Presenti il premier Giuseppe Conte e i ministri Luigi Di Maio, Matteo Salvini ed Elisabetta Trenta.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK