Diawara slocca Manolas. Napoli e Roma trovano l’accordo per il difensore greco

Diawara slocca Manolas. Napoli e Roma trovano l’accordo per il difensore greco

Il mediano guineano, indicato da Fonseca come sostituto ideale di De Rossi, è la soluzione al problema che conduceva al difensore greco. Il Napoli pagherà l’intera clausola rescissoria di 36 milioni


 

NAPOLI – Possiamo gridarlo a bassa boce, sussurarlo con misurato ottimismo e, facendo gli opportuni scongiuri,  questa volta potrebbe essere quella buona: Kostas Manolas sarà un nuovo calciatore del Napoli.

La trattativa che porterebbe il centrale greco sulla via di Napoli ha subito una brusca accelerazione nella giornata di ieri, laddove Diawara si è deciso nell’intraprendere il percorso inverso. Il centrocampista guineano, infatti, sarà ceduto alla Roma, sulla base di 18 milioni più eventuali bonus. Il giovane mediano è espressione del desiderio del nuovo allenatore giallo-rosso Fonseca, che lo ha messo in cima alla sua “lista della spesa”.

E’ stata questa la molla cha ha sbloccato definitivamente gli ingranaggi che si stava inceppando più del dovuto sulla questione clausola rescissoria. Il Napoli verserà nelle casse capitoline l’intera somma (36 milioni), poichè Diawara non è una contropartita tecnica ma un’operazione slegata da quella di Manolas. Questione di bilanci che, alla fine, interessa relativamente a chi preme solo l’aspetto puramente calcistico di questa trattativa.

Se con Manolas i giochi sono fatti, non si può dire lo stesso sul versante Rodriguez. Si attende con trepidazione il “si” di Florentino Perez che tarda ad arrivare, volutamente. Il presidente delle “merengues” attende qualche altra società pronta ad proporre un’offerta migliore di quella del Napoli, ferma, al momento, sui 10 milioni per il prestito oneroso più altri 25-30 di riscatto. Il Real Madrid tentenna poichè vorrebbe fare cassa dopo gli ingenti esborsi di queste settimane e dunque sarebbe pronto a sedersi al tavolo per discutere altre eventuali proposte. Resta comunque una velata  sensazione di ottimismo; da tempo il Napoli ha l’ok di Rodriguez che gradirebbe Napoli come destinazione per rilanciarsi dopo qualche stagione in ombra. Vedremo in questi giorni eventuali evoluzioni.

Manolas-Napoli: si fa!

Il Napoli, comunque, lavora celermente su più tavoli e mai lo ricordiamo così attivo durante una sessione di mercato. Ci sono tanti giocatore da cedere ed il lavoro di Giuntoli sarà frenetico, nel trovare sistemazioni adeguate ai calciatori che non faranno parte del progetto ancelottiano. Negli ultimi giorni Sepe è stato riscattato dal Parma per 5 milioni, dunque il portiere lascia definitivamente la società partenopea per confermare la buona stagione in casa ducale.

Insigne, Roberto, ha preso la via di Benevento, pronto a guidare l’attacco delle “streghe” (anzi stregoni) allenati da Pippo Inzaghi. Mario Rui è oggetto del desiderio di tanti club italiani e del Benfica. Il Napoli avrebbe proposto alla società lusitana uno scambio alla pari con Grimaldo, ma è sembrato un tentativo timido. Il terzino è molto più appetibile in Italia dove resta in corsa il Milan e dove anche la Fiorentina ha ammiccato al portoghese. Per l’altro terzino, Hysaj, c’è da capire se l’interesse dell’Atletico è concreto o la cifra chiesta dal Napoli per la cessione dell’albanese (circa 30 milioni) abbia raffreddatto l’entusiasmo “colchonero”.

La stessa Fiorentina potrebbe essere una possibile destinazione per Marko Rog. Il croato potrebbe essere la “moneta” giusta da scambiare con i viola per arrivare a Veretout, per il quale il Napoli lavora a fari spenti. Per il francese restano più che valide le opzioni Roma e Milan, ma gli azzurri potrebbero sopravanzare giallorossi e rossoneri fornendo ai viola una contropartita tecnica assai gradita.

Luperto potrebbe restare un altro anno: ad Ancelotti piace il difensore leccese soprattutto per la sua duttilità tattica. Ad Allan, da possibile partente qual è (destinazione Parigi) potrebbe essere proposto un rinnovo contrattuale ed aumento d’ingaggio. Per il momento è una suggestione; sicuramente si capirà qualcosa di più in queste settimane, per il momento c’è un grosso punto interrogativo sul futuro del brasiliano che, come ha riferito la stessa società “…il giocatore è incedibile a meno che non arrivino proposte interessanti, nel qual caso, verrebbero valutate”.

Stesso discorso applicabile anche ad Insigne, Lorenzo, per il quale però non si registra interesse concreto da parte di nessun top-club. Quello dell’Atletico Madrid era forse più un sondaggio che vero e proprio interesse e, almeno per il momento, la situazione del numero 24 azzurro resta in stand-by e, parallelamente, anche quella di Lozano, il cui destino sembrerebbe legato a quello di Lorenzo. Se esce Insigne entra Lozano, altrimenti si resta così com’è. O almeno così ci fanno capire.

RESTA AGGIORNATO, TORNA ALLA HOME PAGE E CLICCA SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK