Drogava e violentava prostitute, uomo pestato a sangue e gettato in un canale: è grave

Drogava e violentava prostitute, uomo pestato a sangue e gettato in un canale: è grave

Diverse le segnalazioni dell’uomo che era diventato il terrore delle lucciole della zona


EBOLI – I carabinieri hanno fermato un uomo di 40 anni a Eboli, nella provincia di Salerno: avrebbe narcotizzato e molestato diverse prostitute nella zona di Campolongo. Il 40enne – originario dell’Irpinia – è stato trovato dai militari dell’Arma in un canale di scolo con un forte trauma alla testa: soccorso dal 118, è stato trasportato all’ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia, dove è ricoverato in gravi condizioni di salute.

Una telefonata aveva riferito ai carabinieri della presenza dell’auto dell’uomo in località Campolongo. Una successiva chiamata, invece, aveva allertato i militari riguardo una violenta aggressione avvenuta nella stessa zona. Quando sono giunti sul posto, hanno trovato il 40enne, non molto distante dalla sua auto, con una profonda ferita alla testa: si profila dunque l’ipotesi che l’uomo possa essere stato brutalmente picchiato.

Era da giorni che nella zona sud della litoranea, carabinieri vigili urbani di Eboli erano sulle tracce di una persona che, da tempo, tenta di violentare le prostitute in località Campolongo.

A far scattare le indagini la testimonianza di una “lucciola” che si era presentata all’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia raccontando ciò che si sta verificando sulla strada.