La “managementa” picchiata: pochi giorni prima spedizione punitiva contro un ragazzo gay

La “managementa” picchiata: pochi giorni prima spedizione punitiva contro un ragazzo gay

Il motivo starebbe nel fatto che il ragazzo avrebbe ingaggiato un neomelodico per la festa del rione


NAPOLI – Il video postato ieri sui social è diventato virale: protagoniste due donne, una in posizione di difesa con la testa sul tavolino e le braccia incrociate per proteggersi, l’altra che le inveisce contro e la colpisce con sonori ceffoni e colpi di borsa. Una scena tanto surreale da sembrare finta, sul modello di quel tormentone “Nun t’ ‘o negà” che girò per diversi mesi in rete. E a subire l’impeto della picchiatrice sarebbe anche un personaggio noto al pubblico dei neomelodici.

Si tratterebbe – il condizionale è d’obbligo, visto che della donna non si vede mai il viso, ma particolari come il tatuaggio sul braccio sinistro non lascerebbero dubbi – de “La boss delle cerimonie” o, in alternativa, della “Managementa” Anna Lucia Bonavolta, collaboratrice nel fortunato programma girato alla Sonrisa con il fu Antonio Polese e attualmente impegnata nell’organizzazione di spettacoli e concerti neomelodici. Restano però due incognite: chi è che la picchia e soprattutto perché. A distanza di 24 ore dal video, pare essere uscita fuori la motivazione.

Secondo quanto appreso, un ragazzo gay detto “la duchessa” sarebbe stato picchiato da un gruppo di 20 persone durante una festa al rione Baronessa di San Giovanni a Teduccio. Questo perchè “la duchessa” si sarebbe permesso di ingaggiare un cantante che si è poi esibito alla festa. Per la “managementa” questo sarebbe stato un affronto e per questo – secondo quanto detto anche da Carmela, la picchiatrice della Bonavolta – sarebbe partita la spedizione punitiva contro il ragazzo, accerchiato da decine di persone come si vede durante il video, durante i fuochi d’artificio al rione.

 

 

Manager di neomelodici presa a schiaffi nel suo locale, il video trash è virale