Maltrattamenti e violenza sessuale all’asilo: scarcerata una degli insegnanti accusati

Maltrattamenti e violenza sessuale all’asilo: scarcerata una degli insegnanti accusati

Oggi saranno ascoltate le altre due insegnati. Resta in carcere il maestro accusato della molestia


SALERNO/AVELLINO – Continuano le indagini per fare chiarezza sugli episodi di violenza e sulle molestie che sarebbe avvenute in una scuola d’infanzia di Solofra. Sotto accusa quattro insegnanti di età compresa tra i 46 e i 66 anni. Per uno di loro arriva la scarcerazione.

Ieri si è diffusa la notizia di quattro insegnanti di Salerno e Avellino arrestati con l’accusa di maltrattamenti nei confronti di minori. Uno di loro, un maestro 56enne, è anche indagato per il reato di violenza sessuale, accusato di aver palpeggiato le parti intime di uno dei suoi piccoli studenti. Stando ai primi accertamenti, a denunciare l’episodio sarebbero state due mamme. Le donne, ascoltate dafli inquirenti, hanno raccontato che tramite un messaggio le 23 mamme avevano espresso la stessa preoccupazione. Infatti, tutti i loro figli avrebbero mostrato la paura di tornare a scuola. Questo il motivo che ha portato le donne a chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

Nella mattinata odierna, giunge la notizia della scarcerazione di uno dei quattro. Infatti, l’avvocato dell’accusata sarebbe riuscito a far scarcerare la donna di 66 anni. Inoltre, la difesa ha dichiarato che, nei 45 minuti visionati nei Dvd visionati dai carabinieri, non emergono elementi compatibili con la violenza sessuali e con i maltrattamenti denunciati. Per tale motivo, l’avvocato ha annunciato il ricorso al Riesame durante il quale verrà chiesta l’attenuazione delle misure cautelari o addirittura la revoca di queste ultime.

Sempre nella giornata odierna, saranno ascoltate le altre due insegnanti coinvolte nel caso. Le maestre, saranno ascoltate dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore. Resta in carcere, il maestro che si sarebbe spinto oltre a differenza delle colleghe. Si attendono aggiornamenti.

FOTO DI REPERTORIO

TORNA ALLA HOME E VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK