Restituita solo una scheda del cellulare con le foto del figlio morto: “Cattiveria senza fine”

Restituita solo una scheda del cellulare con le foto del figlio morto: “Cattiveria senza fine”

“Purtroppo i messaggi vocali stavano su quel cellulare”, queste le parole della madre


SALERNO –  Smarrisce il cellulare con le foto del figlio morto. Dopo più di una settimana dall’annuncio della madre, le viene restituita la scheda ma non il cellulare.

La madre di Alessandro Farina, il 13enne di Pellezzano deceduto il 27 dicembre 2017 per edema cerebrale, lanciò un appello sul web per ritrovare il proprio cellulare smarrito. La donna, Tiziana Morra, aveva scritto un post nel quale chiedeva se qualcuno avesse trovato lo smartphone. L’importanza nel ritrovarlo, aggiunse, non erano per il valore economico ma per le foto del figlioletto scomparso che conteneva.

A solo una settimana dal primo annuncio, la donna è  tornata a scrivere sui social. “Purtroppo oggi 8 giorni che non ho più il cellulare anzi quel cellulare dove c’erano i nostri ricordi, i nostri messaggi”. Inoltre Tiziana ha continuato il suo sfogo affermando che la persona che le ha consegnato solo una scheda sd e non il cellulare, non ha rispetto per il dolore degli altri.

“Purtroppo i messaggi vocali stavano su quel cellulare e il resto delle foto stavano lì ma- continua il post- per questa persona il valore di quel cellulare era più grande del mio dolore. Nonostante gli avrei fatto un regalo in denaro oppure comprato il cellulare ha preferito farmi del male. Penso che la cattiveria umano non a limite”, termina il suo sfogo mostrando il suo immenso dispiacere per quanto accaduto.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK