Sparatoria a Caserta: l’uomo non era un militare ma aveva problemi mentali

Sparatoria a Caserta: l’uomo non era un militare ma aveva problemi mentali

E’ stato colpito dagli agenti di polizia intervenuti sul posto


CASERTA – Paura intorno all’ora di pranzo di oggi a Caserta: nei pressi della zona ospedaliera della città, un uomo ha aperto il fuoco in un bar. A sparare è stato Gianfranco Lamonica, 45enne.

Tutti nel quartiere pensavano che Lamonica fosse un militare, reduce di guerra, perché non parlava d’altro che delle sue missioni all’estero.

In realtà il 45enne non è mai stato un militare se non per la leva, nel 1998. Al momento risultava disoccupato, nullafacente, vive con l’anziana madre a Puccianiello e in casa aveva cinque armi ad aria compressa, un miniarsenale di fucili per il softair.

L’uomo, conosciuto come “Il Sergente” è arrivato armato di pistola ed è entrato in una caffetteria, seminando il panico e sparando diversi colpi di pistola in aria, a scopo intimidatorio.

Subito è scattato l’allarme tra i presenti, terrorizzati da quanto stava accadendo dinanzi ai loro occhi: prontamente è arrivata sul posto la polizia. Gli agenti hanno sparato colpendo alle gambe e ad un braccio il45enne, il quale è stato successivamente trasportato presso l’ospedale della città dove si trova ricoverato in gravi condizioni.

IL VIDEO DEGLI SPARI

Sparatoria

❌ SPARATORIA IN DIRETTA AL CENTRO: UOMO CON PROBLEMI MENTALI ENTRA ARMATO IN UN BAR E APRE IL FUOCOIL NOME E I FATTI ➡️ http://bit.ly/31Kiud8#SPARATORIA #MILITARE #BAR #POLIZIA

Geplaatst door Il Meridiano News op Woensdag 19 juni 2019

IL VIDEO DEL FERITO PORTATO VIA IN AMBULANZA

❌ SPARATORIA AL BAR: ECCO IL FINTO MILITARE PORTATO VIA IN AMBULANZA. È GRAVELE FOTO CHOC ➡️ http://bit.ly/31Kiud8#SPARATORIA #MILITARE #BAR #POLIZIA

Geplaatst door Il Meridiano News op Woensdag 19 juni 2019

 

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK