Vendeva online biglietti per le gare di Champions League ma era una truffa: napoletano nei guai

Vendeva online biglietti per le gare di Champions League ma era una truffa: napoletano nei guai

Accertato l’ultimo episodio ai danni di un giovane che aveva pagato 720 euro per tagliandi mai arrivati


EMILIA ROMAGNA – La vendita attraverso i canali ufficiali dei biglietti per la partita di ritorno Inter – Barcellona di Champions League era terminata, ma lui, un 42enne napoletano, grazie a inserzioni trappola sui siti di annunci online ne offriva comunque la vendita, facendo leva sulla passione dei tifosi.

Annunci-esca associati a un numero di telefono per i contatti e a una carta prepagata dove ricevere i soldi della truffa. Quando sulla carta veniva accreditato l’importo richiesto il gioco era fatto: all’acquirente non arrivava alcun biglietto.

Secondo i militari della stazione di Campagnola che lo hanno denunciato per truffa, il 42enne era un vero asso del raggiro. A restarne vittima, un giovane di 23 anni, di Campagnola, che alla fine di settembre, notando su un sito di annunci un’inserzione per la vendita di biglietti per la partita di ritorno Inter – Barcellona che si è tenuta a Milano lo scorso 6 novembre, ha deciso di comprarne 7 per un importo complessivo di 720 euro.

Il giovane reggiano ha preso contatti telefonici con il venditore e ha fatto il versamento sulla carta prepagata indicatagli dal truffatore. L’accordo consisteva nell’invio via mail dei biglietti in formato pdf, consegna che però non è mai avvenuta.

Dopo aver tergiversato per alcuni giorni, l’inserzionista è sparito nel nulla non rispondendo più al tifoso che quando ha capito di essere stato truffato, si è  presentato ai carabinieri di Campagnola formalizzando la denuncia.

Dopo una serie di riscontri tra l’utenza telefonica associata all’inserzione esca e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i carabinieri hanno individuato e denunciato il napoletano.