L’ipotesi choc: Ginevra, 16 mesi, uccisa dal papà per farla pagare alla mamma

L’ipotesi choc: Ginevra, 16 mesi, uccisa dal papà per farla pagare alla mamma

Una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti è quella di una “vendetta” nei confronti della consorte


SAN GENNARO VESUVIANO – Si chiama Salvatore Narciso l’uomo che questa mattina ha ucciso la figlioletta Ginevra di 16 mesi gettandola dal balcone di casa dei suoceri, dove si trovava, al secondo piano, a San Gennaro Vesuviano, nel napoletano. L’uomo, a sua volta, si era poi gettato nel vuoto riportando gravi ferite. E’ tuttora ricoverato in condizioni gravissime. L’uomo è intubato ma non sarebbe comunque in pericolo di vita ed è piantonato dalle forze dell’ordine. Narciso era sposato dal dicembre 2016 con Agnese. Dal loro amore era nata Ginevra, 16 mesi fa. La coppia, però, era in crisi. Una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti è quella di una “vendetta” nei confronti della consorte, che Narciso probabilmente riteneva intenzionata a  separarsi da lui e quindi causa della fine del suo matrimonio. La nonna materna dell’uomo, Luisa Bifulco, era stata, tra l’altro, assessore al comune di San Gennaro Vesuviano.

LEGGI ANCHE:

Lancia la figlia di 16 mesi dal balcone e la uccide, poi tenta il suicidio