Blitz contro rifiuti e roghi tossici nella Terra dei fuochi, Poziello: “Lo Stato c’è”

Blitz contro rifiuti e roghi tossici nella Terra dei fuochi, Poziello: “Lo Stato c’è”

32 persone denunciate, 20 terreni divenuti discariche individuati dai carabinieri di Giugliano


TERRA DEI FUOCHI

TERRA DEI FUOCHI – “Il blitz dei Carabinieri della Compagnia di Giugliano, col coordinamento della Procura di Napoli Nord, conferma che la battaglia per la salute nella terra dei fuochi può essere vinta”, dichiara il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello.

“I carabinieri della compagnia di Giugliano, diretti dal Capitano Coratza, con l’utilizzo degli elicotteri, hanno individuato dall’alto i terreni nei quali 32 farabutti smaltivano ed incendiavano i propri rifiuti, trasformando così questa terra ridente nell’epicentro della terra dei fuochi”, continua il sindaco.

“Il blitz è un importante segnale, anche di attenzione di volontà di contrastare il fenomeno dei roghi e dello smaltimento illegale di rifiuti, di presenza e d’attenzione dello Stato. Quella che da tempo chiediamo, quella che pretendiamo a gran voce e che nei giorni scorsi ci ha portato a chiedere la l’allestimento di un distaccamento dei NOE qui a Giugliano”.

“Al Procuratore di Napoli Nord, dottor Francesco Greco, ed al Comandante della Compagnia di Giugliano, Capitano Andrea Coratza, vanno i ringraziamenti e la gratitudine di questa comunità martoriata”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL BLITZ