Blitz dei Nas a Napoli: sequestrati 100 chili di alimenti e chiusi 2 depositi

Blitz dei Nas a Napoli: sequestrati 100 chili di alimenti e chiusi 2 depositi

Le operazioni sono state fatte in diversi quartieri di Napoli e a Pozzuoli


nas

NAPOLI/POZZUOLI – In Pozzuoli, i Carabinieri del NAS, a conclusione di verifica igienico-sanitaria eseguita presso uno stabilimento balneare corrente in via Miliscola, hanno:

  1. sottoposto in sequestro amministrativo kg. 30 circa di derrate alimentari (carne, prodotti da forno e da rosticceria), prive di indicazioni relative alla rintracciabilità;
  2. proceduto alla chiusura di 2 depositi di alimenti perchè non registrati sanitariamente e privi dei requisiti igienico-sanitari;

In Napoli, militari del NAS di Napoli a seguito di una verifica presso un ristorante operante all’interno di un circolo ubicato in via Santa Lucia, hanno sottoposto a chiusura la cucina e i depositi alimenti ivi ubicati poichè privi dei requisiti minimi igienico-sanitari previsti dalla vigente normativa. Nel contempo all’operatore del settore alimentare e’ stato contestato e notificato un verbale d’illecito amministrativo;

In Pozzuoli, in via Allodi, i militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso una pasticceria-rosticceria ivi operante, a conclusione della quale hanno proceduto a:

  •  sequestrare amministrativamente kg 20 di prodotti alimentari allo stato congelato, tra cui: cornetti farciti e non, biscotti secchi, salsicce, semilavorati di pasticceria, di fatto tutti privi di qualsivoglia indicazione utile a garantirne la loro rintracciabilità, di cui alla normativa comunitaria in titolo; 
  • diffidare la parte in ordine a carenze igienico-sanitarie riscontrate, riferite agli/alle ambienti/aree deputate allo svolgimento dell’attività di cui alla normativa europea vigente;

 

In Roccarainola in piazza San Giovanni, militari del NAS di Napoli hanno condotto un’ispezione igienico-sanitaria presso una locale pizzeria d’asporto, a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di 50 kg. circa di alimenti vari (crocchè, frutta secca, carnei, verdure, latticini) privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilità alimentare. Nel contempo, al gestore è stata notificata una “diffida” per urgenti interventi per sanare carenze sotto l’aspetto igienico-sanitario.

FOTO DI REPERTORIO

 

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage