Giugliano, esplosione a Lago Patria: un C/C per ricostruire la casa e le cure di Walter

Giugliano, esplosione a Lago Patria: un C/C per ricostruire la casa e le cure di Walter

Intanto, dall’ospedale filtra un cauto ottimismo sulle condizioni del giovane


giugliano esplosione

GIUGLIANO – Una fuga di gas e poi l’esplosione. Ieri, poco prima delle 18 circa in via Torre Magna a Lago Patria, è stato l’inferno. La palazzina di due piani in cui erano presenti il giovane Walter Mariani e la madre è andata parzialmente distrutta e la vita dell’aspirante attore è ancora in bilico.

Le condizioni del ferito

L’ultimo bollettino medico diramato dall’ospedale Cardarelli dove è ricoverato parlava di “prognosi riservata e condizioni che permangono gravi”. Nel pomeriggio di oggi, fonti vicino alla famiglia , dopo un colloquio con il responsabile del Centro Grandi Ustioni dell’Ospedale “Antonio Cardarelli” Dott. Roberto d’Alessio, riferiscono di un cauto ottimismo. Walter riporta ustioni sul 70% del corpo, non in viso ma sugli arti e sul corpo e dovrà sottoporsi ad alcune delicate operazioni chirurgiche.

Una raccolta fondi per la famiglia

La prossima settimana, intanto, dovrebbe essere aperto un C/C bancario presso la BCC Credito Cooperativo di Napoli affinché tutti possano contribuire ai lavori necessari per la casa sventrata dall’esplosione e al sostentamento economico della famiglia per le cure di cui Walter avrà bisogno.