Impianto rifiuti nella centrale Turbogas Enel, Giugliano si ritira dal ricorso contro Qualiano

Impianto rifiuti nella centrale Turbogas Enel, Giugliano si ritira dal ricorso contro Qualiano

La notizia ufficializzata dal sindaco Antonio Poziello


GIUGLIANO – Contro l’intenzione della Regione Campania di costruire un impianto di trattamento delle ecoballe nella zona ex centrale turbagas, il Comune di Qualiano, guidato dal sindaco Raffaele De Leonardis, era ricorso al Tar per opporsi alla volontá della Regione di far sorgere l’impianto in zona Ponte Riccio. Il comune di Giugliano si era costituito in giudizio contro il Comune di Qualiano.

Oggi, i consiglieri comunali di Giugliano, Andrea Guarino, Paolo Ciccarelli, Paolo Liccardo e Carlo Carlea, avevano chiesto al sindaco Antonio Poziello di ritirarsi dal giudizio promosso dal comune di Qualiano nei confronti della Regione Campania.

A riguardo, arriva la comunicazione da parte del sindaco Antonio Poziello che ufficializza il ritiro, avvenuto ancor prima della suddetta richiesta:

“In considerazione della posizione espressa in Conferenza dei Servizi, di non ostilità condizionata da una serie di prescrizioni, e al dibattito politico, con le richieste pervenute in diversi momenti e con diverse modalità da Lista Poziello Sindaco, Giugliano Libera, Verdi e Democratici per Giugliano, in merito al ricorso presentato dal Comune di Qualiano avverso al progetto dell’impianto di spacchettamento e recupero di materiali delle ecoballe di Taverna del Re, si comunica che prima della pausa di ferragosto è stato dato per le vie brevi mandato agli uffici di predisporre gli atti per il ritiro del Comune di Giugliano dal giudizio”, dichiara il primo cittadino giuglianese.

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.