Ischia, donna si perde nel bosco. Manda posizione su whatsapp al 118, poi viene salvata via mare

Ischia, donna si perde nel bosco. Manda posizione su whatsapp al 118, poi viene salvata via mare

La donna è poi stata trasportata al porto di Forio e successivamente all’ospedale Rizzoli. Non si trova attualmente in una situazione di pericolo di vita


ischia

ISCHIA – “Abbiamo ricevuto la segnalazione di un’operazione di salvataggio di una donna che si era smarrita nel bosco di Zaro sull’isola di Ischia ad opera di 118 e Guardia Costiera che, attraverso una mirabile coordinazione dell’intervento, sono riusciti a localizzarla. Si tratta di un esempio di efficienza e dedizione da parte di entrambe le unità che hanno fatto in modo di evitare che lo smarrimento della donna potesse generare in problemi peggiori”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Stamattina intorno alle 10 ho ricevuto la chiamata di una donna che sosteneva di essersi persa nel bosco di Zaro e di trovarsi in prossimità di un dirupo – afferma Luca Cardillo, l’operatore della centrale 118 dell’Asl Napoli 2 Nord che ha gestito l’intervento -. Non potendo localizzarla in altro modo le ho chiesto di poterle mandare un messaggio dal mio telefono privato su Whatsapp, in modo da ricevere in cambio la localizzazione della sua posizione che ho poi trasmesso all’ambulanza che era partita alla sua ricerca.

Purtroppo, attraverso la posizione inviata via Whatsapp non è stato possibile individuarla così, visto che la signora mi diceva di vedere il mare, ho deciso di allertare la Guardia Costiera che, attraverso alcuni elementi visivi che la signora riusciva ad evincere, è riuscita ad individuarla e trarla in salvo nei pressi di Punta Caruso.

La donna è poi stata trasportata al porto di Forio e successivamente all’ospedale Rizzoli. Non si trova attualmente in una situazione di pericolo di vita”.

“Invitiamo turisti e amanti delle escursioni a non addentrarsi nei boschi senza la dovuta conoscenza dei luoghi – aggiunge il consigliere Borrelli –. Quella che può sembrare un’innocua passeggiata nella natura può trasformarsi in un problema, specialmente quando si procede al di fuori dei sentieri indicati sulle cartine”.