Melito, emergenza rifiuti: ieri il primo intervento straordinario di rimozione dei cumuli di spazzatura

Melito, emergenza rifiuti: ieri il primo intervento straordinario di rimozione dei cumuli di spazzatura

Il sindaco Amente: “Faremo di tutto affinché queste bestie che sversano (con rispetto parlando per le bestie) vengano punite e magari, qualora la Legge lo permetta, che vengano rinchiuse dietro le sbarre”.


MELITO – Dalle 20 di ieri sera ha avuto inizio il primo intervento calendarizzato di rimozione dei cumuli di rifiuti da giorni giacenti in alcune zone critiche della città, l’annuncio è del sindaco Antonio Amente che sulla sua pagina Facebook, scrive:

“Come molti di voi sanno, l’emergenza rifiuti ha colpito nelle ultime settimane l’intera provincia di Napoli a causa dei rallentamenti agli Stir dove viene conferita la nostra immondizia. Nonostante ciò, a differenza di altre realtà napoletane, a Melito non si sono registrati intoppi alla raccolta ordinaria. Nello specifico sono stati ritirati quotidianamente i rifiuti accuratamente differenziati, come dimostra la situazione di normalità su gran parte del territorio.  Nella sostanza: DOVE SI DIFFERENZIA NON CI SONO CUMULI.

Discorso a parte meritano quelle zone da sempre critiche della nostra città, dove da sempre si verificano sversamenti anomali di rifiuti e dove gli abitanti, nonostante le continue azioni di sensibilizzazione e la consegna regolare dei contenitori per la raccolta, continuano INCIVILMENTE e contro LEGGE a sversare quotidianamente ogni genere di rifiuto. Ed è proprio in quelle quattro zone che si sono create vere e proprie discariche a cielo aperto.

Tonnellate e tonnellate di immondizia difficile mai come in questa fase da rimuovere per i motivi prima evidenziati. Nonostante ciò non ci siamo persi di animo e armati di pazienza e perseveranza abbiamo rappresentato le nostre dimostranze alla Sapna per ottenere un conferimento straordinario di rifiuti. Quest’oggi, dopo oltre due settimane di tira e molla, siamo riusciti ad ottenere l’autorizzazione a conferire 30 tonnellate di rifiuti allo Stir di Caivano, oltre alla quota già spettante al nostro Comune fino al termine di questa settimana.

In questo modo riusciremo ad eliminare i cumuli della vergogna, iniziando dal comparto 219 e isola ecologica di via Madrid. In pochi giorni saranno raccolti tutti i cumuli, che, ahimè, non tarderanno a tornare se tutti insieme non decidiamo finalmente di CAMBIARE STRADA una volta per tutti. Basterebbe avere buon senso e rispettare il calendario della differenziata per vivere in una città pulita e civile.

Mi rendo però conto che non tutti sono muniti di rispetto per se stessi e per i propri figli e così ho rinnovato la richiesta al prefetto per l’arrivo dell’Esercito e ho chiesto alle forze dell’ordine di mettere da parte il buon senso ed agire con rigore massimo. Faremo di tutto affinché queste BESTIE (con rispetto parlando per le bestie) vengano punite e magari, qualora la Legge lo permetta, che vengano RINCHIUSE dietro le sbarre”.