Napoli dice addio alla piccola Chloe: la bimba di Casoria non ce l’ha fatta

Napoli dice addio alla piccola Chloe: la bimba di Casoria non ce l’ha fatta

Aveva già subito un intervento al cuore appena nata e dall’11 agosto era ricoverata in terapia intensiva all’ospedale Monaldi


chloe casoria

CASORIA – La piccola Chloe di Casoria nata 15 mesi fa prematura, affetta dalla sindrome di down, con un rene non funzionante al cento per cento e gravi problematiche polmonari non ce l’ha fatta.

Chole (in foto coi genitori), aveva già subito un intervento al cuore appena nata e dall’11 agosto era ricoverata in terapia intensiva all’ospedale Monaldi, per un peggioramento respiratorio. La sua vita era appesa a un filo e necessitava di un trapianto polmonare, da effettuarsi all’Ospedale Bambin Gesù di Roma.

Per lei e i suoi genitori, che necessitavano di un aiuto economico, si era mossa l’associazione «Il sorriso di Karol» fondata da Simona Longobardi, una mamma che era passata attraverso lo stesso dolore ma che tre anni fa ha dovuto dire addio per sempre alla figlioletta. La speranza di tutti era che Chloe ce la facesse, ma invece il destino è stato ben altro.

Ad annunciare la tragedia è stata l’associazione con un post su facebook:

«Con forti dolori nell’anima e con le lacrime al cuore, volevamo ringraziare tutti voi che siete stati vicini al dolore dei genitori della piccola Chloe… La piccola ha smesso di combattere ed ora non soffrirà più… Giocherà tra gli angeli con la nostra piccola. Riposa in pace Piccolo Angelo. Il tuo sorriso non ci abbandonerà mai più. Chloe sempre nei nostri cuori».

In queste ore sono centinaia i messaggi di cordoglio e vicinanza alla famiglia.