16enne muore in ospedale dopo dolori al torace: il 15 novembre l’udienza

16enne muore in ospedale dopo dolori al torace: il 15 novembre l’udienza

Il 2 luglio scorso Il Pm della Procura di Napoli ha notificato l’avviso di archiviazione nei confronti degli indagati


NAPOLI – Si terrà il 15 novembre prossimo alle ore 9:00 davanti al Gip del tribunale di Napoli Roberto D’Auria, l’udienza per decidere sulla opposizione alla richiesta di archiviazione presentata dalle persone offese difese dall’avvocato Luca Della Peruta.

Il caso riguarda la triste vicenda di Miriana Milanovic, la ragazzina di 16 anni morta il 5 settembre dell’anno scorso in circostanze che ancora oggi, a distanza di un anno, sono ancora da chiarire. La giovanissima perse la vita all’ospedale Monaldi di Napoli dove era ricoverata.

La piccola, affidata ad una casa famiglia situata a Casandrino, era tornata il 26 agosto da una giornata passata insieme alla madre, quando ha denunciato dei forti dolori al torace agli operatori della casa famiglia. Nonostante questo, la sedicenne è stato trasportata all’ospedale di Frattamaggiore solo durante la notte del 28 agosto, intorno alle 2:30. I medici del nosocomio frattese hanno subito disposto una tac addominale, che ha evidenziato la presenza di una massa estranea nell’addome. Nonostante tutto la giovane è stata dimessa lo stesso 28 agosto alle ore 18:00, in codice verde contro il parere dei medici.

Nelle due ore successive i dolori sono ricominciati e Miriana è stata trasportata, questa volta, presso l’ospedale Cardarelli nel quale la paziente è stata identificata all’istante con un codice rosso. I sanitari hanno, così, avviato un intervento chirurgico durato ben sette ore. Il ricovero al Cardarelli continuato fino al 3 settembre, quando poi è stato predisposto il trasferimento al “Monaldi”, ospedale specializzato nella pratica della circolazione extracorporea, ed è proprio lì che il calvario è terminato con la morte Miriana, il 5 settembre.

Dopo la tragica vicenda che scosse tutta la comunità, ci furono due indagati, l’operatrice della casa famiglia dove era stata affidata la sedicenne, rea di aver firmato le dimissioni dall’ospedale contro il parere sanitario ed il medico del Pronto Soccorso dell’ospedale di Frattamaggiore.

Il 2 luglio scorso però, Il Pm della Procura di Napoli, Ciro Capasso, ha notificato l’avviso di archiviazione nei confronti delle persone offese che hanno proposto opposizione il cui giudizio si terrà il 15 novembre prossimo dinnanzi al gip del tribunale di Napoli. Gli indagati per la morte della piccola sono Letizia Teresa e Fattopace Andrea, Si resta in attesa del giudizio.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage