Ancora una sassaiola contro un bus a Napoli, Usb: “chiediamo maggiori controlli”

Ancora una sassaiola contro un bus a Napoli, Usb: “chiediamo maggiori controlli”

Le pietre hanno mandato in frantumi un vetro laterale dell’autobus. Il conducente è stato costretto ad interrompere la corsa


NAPOLI – Ennesima sassaiola contro un bus dei trasporti pubblici di Napoli. Questa volta ad essere preso di mira un autobus della linea 196, che dal parcheggio Brin arriva fino al rione Conocal di Ponticelli. Secondo quanto reso noto dalla Usb il raid si è verificato attorno alle 23, quando a bordo del mezzo non c’era nessuno: dopo aver effettuato una fermata, l’autobus è stato colpito da alcuni sassi lanciati da un branco di giovanissimi. Le pietre hanno mandato in frantumi un vetro laterale dell’autobus. Il conducente è stato costretto ad interrompere la corsa e a contattare la centrale operativa dell’azienda. Sul posto è intervenuta la polizia per effettuare i rilievi del caso.

«Questa mattina – afferma Adolfo Vallini dell’Usb – a distanza di oltre un mese da una nostra richiesta d’incontro, siamo stati convocati da Anm per parlare di prevenzione e sicurezza sul lavoro, vista l’escalation di violenza ai danni degli operatori e dei mezzi aziendali ma le nostre richieste per il ripristino del bigliettaio a bordo dei bus, l’installazione di cabine antiaggressione e un maggiore controllo delle zone a rischio non sono state accolte dall’azienda».

FONTE: ILMATTINO.IT