Drogato alla guida, travolge e uccide Dino sull’Appia: arresto non convalidato

Drogato alla guida, travolge e uccide Dino sull’Appia: arresto non convalidato

La vittima era alla guida di un’ApeCar completamente distrutto


dino

MADDALONI – Libero dagli arresti domiciliari Raffaele Crisci, 28enne di Arienzo che all’alba di venerdì scorso sull’Appia travolse ed uccise il fruttivendolo ambulante Palladino Ventrone che era alla guida del suo ApeCar. A seguito del drammatico scontro Crisci fu condotto in ospedale dove gli esami tossicologici rivelarono che il giovane si era messo alla guida sotto effetto di stupefacenti: per lui scattò l’arresto per omicidio stradale.

Il veicolo di Dino, 54 anni, fu tamponato da dietro e finì per schiantarsi contro un’abitazione. L’uomo morì sul colpo. Il giudice per le indagini preliminari non ha però confermato l’arresto, liberando Crisci con l’obbligo di firma presso la locale caserma dei carabinieri: secondo la ricostruzione fatta da quest’ultimo, infatti, la sua Punto viaggiava entro il limite consentito e l’ApeCar sarebbe spuntato senza preavviso da una traversa.

La decisione del GIP rinvia dunque tutto al processo, intanto si attende l’esame autoptico sulla salma di Ventrone per stabilire la data dei funerali.

TORNA ALLA HOME PAGE PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE E SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK