Il Napoli in visita a Lecce per allungare la serie positiva

Il Napoli in visita a Lecce per allungare la serie positiva

Al Via del Mare gli azzurri cercano continuità nei risultati e migliorie nel gioco. Ancelotti ricorre ad un ampio turnover con Milik pronto a guidare l’attacco partenopeo


Napoli in visita a Lecce

LECCE – Il Napoli in visita a Lecce per allungare la serie positiva di risultati e mettere pressione ad un Inter che è attesa dal derby, partita notoriamente senza pronostico ed alla Juventus, impegnata in turno abbastanza agevole, in casa contro il Verona. Storia della quarta giornata di campionato, la prima post-Champions League.

OCCHIO AL FACILE ENTUSIASMO

Inutile nasconderlo: le vittorie contro la Sampdoria e, soprattutto, quella contro il Liverpool, hanno ridato entusiasmo e morale ad una squadra sulla quale si stava addensando più di un dubbio dopo le prime due partite. Il vecchio 4-4-2, rispolverato da Ancelotti sta dando i suoi frutti, consentendo agli azzurri di concludere le ultime gare con la porta imbattuta e prestazioni indubbiamente più convincenti, anche se qualcosa la squadra continua a concedere. La partita di Lecce fungerà da cartina di tornasole per confermare questi progressi e migliorare laddove si sono manifestate incertezze. Occhio a non farsi prendere dal facile entusiasmo: il Lecce è sicuramente inferiore sulla carta ma contro l’Inter ha mostrato sprazzi di bel gioco, nonostante la pesante sconfitta (0:4) ed a Torino ha fatto lo sgambetto ai granata di Mazzarri. Gli azzurri non dovranno prendere sotto gamba l’impegno. Il tranello è sempre dietro l’angolo.

TURNOVER IN ARRIVO

Come sempre, Ancelotti attingerà a tutta la rosa a sua disposizione, in vista del folto calendario che attende gli azzurri, tra campionato e Champions League. Il mister, in vista della partita in terra di Puglia non si avvarrà delle prestazioni di Manolas, Allan e Younes, non convocati mentre dovrebbe partire Milik dal primo minuto. Per il polacco si tratterebbe dell’esordio stagionale, assente dal campo dagli inizi di Agosto. Chance importante per il polacco che dovrà garantire gol e sostanza all’attacco azzurro che, durante la sua assenza, si è saputo ottimamente destreggiare grazie alle 11 reti fin qui realizzate alle quali anche Llorente ha offerto un contributo più che prezioso alla causa (un assist ed un gol per lo spagnolo). Spazio anche per Ospina tra i pali al posto di Meret e, probabilmente, turno di riposo per Di Lorenzo, rimpiazzato da Malcuit. Squadra rivoluzionata e al momento ancora un rebus.

I PRECEDENTI

L’ultimo precendente in Serie A, tra Lecce e Napoli, con vittoria azzurra, risale al lontano 2011-2012, quando gli azzurri si imposero al Via del Mare per 2:0, grazie alle segnature di Hamsik e Cavani. L’ultima vittoria dei salentini risale, invece, all’anno precedente: stagione 2010-2011 è i giallo-rossi vinsero per 2:1 (gol di Corvia e Chevanton per il Lecce, Mascara per gli azzurri).Ultimo pareggio tra le due formazioni è l’1:1 della stagione 2008-2009 (Zanchetta per il Lecce, Pià per il Napoli).

PICCININI, NOVITA’ ASSOLUTA

Il Napoli fa visita a Lecce e sarà Marco Piccinini, della sezione CAN di Forlì a dirigere l’incontro. Arbitro che ha esordito nella massima serie proprio in questa stagione, arbitrando Udinese v Parma della terza giornata. Pertanto non si riscontrano precedenti né con gli azzurri, né con il Lecce. L’auspicio è che il primo “incontro” con il fischietto forlivese produca un risultato positivo.

RESTA AGGIORNATO, TORNA ALLA HOME PAGE E CLICCA SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK