Giugliano, polemiche su Tari e IRPEF: il sindaco Poziello chiarisce

Giugliano, polemiche su Tari e IRPEF: il sindaco Poziello chiarisce

Il primo cittadino risponde sulle questioni che, dopo il consiglio comunale di ieri, hanno tenuto banco in città


poziello

GIUGLIANO – “Il 29 marzo il Consiglio comunale ha approvato la tariffa Tari con significative riduzioni per molte categorie“, scrive in una nota il sindaco di Giugliano Antonio Poziello.

“Avendo letto di presunti aumenti della Tari, ripubblico quanto già comunicato a marzo.

Nuove tariffe TARI a Giugliano

Il Comune stanzia circa un milione per il sostegno alle attività economiche ed ai soggetti deboli.

– Esenzione totale per le nuove attività;

– Riduzione del 50% per le attività commerciali di Santa Caterina e Traverse;

– Riduzioni per molte delle attività commerciali ed artigianali esistenti.

In particolare:
– Ristoranti, pizzerie, pub -9,07 € al mq;

– Mense, birrerie, amburgherie -13,66 € al mq;

– Bar, pasticcerie, gelaterie -6,28 € al mq;

– Supermercati -7,37 € al mq;

– Ortofrutta, pescherie, pizza al taglio -17,06 al mq;

Aumenta invece al massimo per le sale giochi, che riteniamo essere un problema sociale.

Per le famiglie con invalidi al 100% riduzione del 50%.

Vedove, separati, ragazze madri e ultra65enni riduzione del 30%.

Quanto alla tariffa IRPEF, ha effettivamente avuto un aumento medio di circa 49 euro per i redditi superiori ai 7.600 euro”.