Villaricca ricorda il carabiniere Giovanni Salvo, morto in servizio 10 anni fa

Villaricca ricorda il carabiniere Giovanni Salvo, morto in servizio 10 anni fa

Fu coinvolto in un incidente sulla circumvallazione durante un inseguimento


Giovanni Salvo

VILLARICCA – Si lanciò all’inseguimento di due sospetti rapinatori che scappavano a bordo di uno scooter senza targa ma, a seguito di un drammatico incidente sulla circumvallazione esterna, riportò ferite che gli furono fatali. Perse così la vita il 9 ottobre del 2009, svolgendo il proprio dovere, il carabiniere scelto Giovanni Salvo, 31 anni, padre di due bambine.

Oggi, a distanza di dieci anni, Villaricca e l’arma dei carabinieri lo ricordano con una cerimonia ufficiale partita dal Palazzo di Città e culminata nella piazzetta dedicata ai Martiri su via Filippo Turati. Presenti il sindaco Rosaria Punzo, componenti della giunta e del consiglio comunale, alte cariche dell’Arma dei Carabinieri e delegazioni di studenti delle scuole cittadine. Al fratello di Giovanni Salvo, anch’egli carabiniere, è stata consegnata una targa commemorativa.

Salvo, classe ’78 originario di Montedoro, un piccolo paese in provincia di Caltanissetta, aveva cominciato il suo servizio presso la stazione di Cardito, per poi approdare a Villaricca. A lui, cinque anni fa, è stato intitolato il piazzale della caserma che ospita la stazione dei carabinieri guidata dal maresciallo Salvatore Salvati, nel frattempo passata dall’organico della compagnia di Giugliano a quello di Marano.

Nel 2013 fu insignito della Medaglia d’Oro al valore civile su Decreto del Presidente della Repubblica perché «Con coraggiosa determinazione e cosciente sprezzo del pericolo, nello svolgimento di un servizio di pattuglia in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità, non esitava a porsi all’inseguimento di due sospetti rapinatori che si erano dati alla fuga a bordo di un motoveicolo. Nel corso dell’intervento, condotto a forte velocità lungo un’arteria stradale ad alta densità di traffico, veniva coinvolto in un incidente stradale, a seguito del quale riportava gravissime lesioni che ne causavano la morte. Fulgido esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere spinti fino all’estremo sacrificio. 9 ottobre 2009 – Giugliano in Campania (NA)»

TORNA ALLA HOME PAGE PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE E SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK