Castelvolturno, rifiuti non raccolti. Oliva e Petrella: “Rischio Epidemia”

Castelvolturno, rifiuti non raccolti. Oliva e Petrella: “Rischio Epidemia”

A CastelVolturno è piena emergenza rifiuti. “E’ necessario un sopralluogo per verificare le condizioni igienico sanitarie in diverse zone”, dichiarano i consiglieri Oliva e Petrella


CASTELVOLTURNO – Il comune di CastelVolturno versa, ormai da mesi, in una situazione  di degrado urbano derivante da una piena emergenza rifiuti.  Cumuli di spazzatura in ogni angolo della città, vere e proprie discariche a cielo aperto sotto gli occhi dei cittadini.

Per far fronte a tale situazione, i consiglieri comunali Nicola Oliva ed Anastasia Petrella chiedono un sopralluogo  alla direzione dell’ASL di Caserta per verificare le condizioni igienico sanitarie soprattutto nelle zone della città frequentate quotidianamente da adulti e bambini.

“Come si può notare dalle foto allegate, al momento ci sono enormi distese di rifiuti presenti in strada, in zona antistante al Royal Residence nei pressi della vecchia Darsena di Pineta Mare ( località Villaggio Coppola). L ‘ultima parziale raccolta risale al 1 novembre e considerando la natura indifferenziata di rifiuti, c’è un cattivo odore insostenibile, nauseabondo e preoccupante. Inoltre, come conseguenza c’è una diffusissima presenza di ratti ed insetti, oltre che cani e gatti”.

A nostro avviso – continuano i consiglieri – sussiste un grave pericolo e di rischio epidemia a causa della mancata raccolti di rifiuti. Pur consapevoli delle difficoltà operative e pur riscontrando che le responsabilità sono anche in parte dei cittadini incivili, corre l’obbligo di trovare una soluzione urgente ed immediata.

LE FOTO

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI