Mugnano, l’Amministrazione Sarnataro punta sul “Plastic Free”, l’altro ieri l’approvazione in Consiglio comunale

Mugnano, l’Amministrazione Sarnataro punta sul “Plastic Free”, l’altro ieri l’approvazione in Consiglio comunale

“Sono fiero di questo risultato – sottolinea il consigliere Nello Romagnuolo, presidente della commissione ambiente – Ringrazio l’assessore al ramo e i membri della commissione per il lavoro svolto. Lavoreremo sodo per sensibilizzare tutta la cittadinanza su questo tema”


MUGNANO – L’Amministrazione Sarnataro punta sul “Plastic Free”, l’altro ieri l’approvazione in Consiglio comunale. Il provvedimento, approvato all’unanimità, mira a promuovere una serie di iniziative volte a eliminare negli uffici comunali l’utilizzo degli articoli in plastica monouso, in particolare quelli relativi alla somministrazione di cibi e bevande. “Vogliamo contribuire attivamente – spiega l’assessore all’Ambiente Antonio Bove – alla risoluzione delle problematiche ambientali causate dall’uso eccessivo delle plastiche. Sarà predisposto un apposito piano operativo comunale per arrivare entro il 2021 alla totale eliminazione della plastica nei locali dell’Ente”. L’amministrazione comunale, inoltre, promuoverà una campagna di sensibilizzazione, partendo dalle scuole del territorio, al fine di adottare un progressivo divieto dell’uso dei materiali plastici non compostabili anche per le attività ristorative e ricettive.

“Sono fiero di questo risultato – sottolinea il consigliere Nello Romagnuolo, presidente della commissione ambiente – Ringrazio l’assessore al ramo e i membri della commissione per il lavoro svolto. Lavoreremo sodo per sensibilizzare tutta la cittadinanza su questo tema”. Soddisfatto il sindaco Luigi Sarnataro: “Come Amministrazione abbiamo sempre avuto particolarmente a cuore questa tematica. Abbiamo lavorato duramente per rendere il Comune più virtuoso sia tramite una sensibilizzazione capillare sulla raccolta differenziata che tramite un’azione punitiva verso chi sversa rifiuti. Il tutto affiancato da installazione di telecamere, i controlli delle Guardie Ambientali, gli eco dog, le case dell’acqua. Tanto è stato fatto, ma tanto ancora c’è da fare. Sono certo che lavorando insieme, come comunità, potremo migliorare ulteriormente la nostra città”.