NAS in azione: sequestrati prodotti non a norma, mensa sospesa in una scuola di Qualiano

NAS in azione: sequestrati prodotti non a norma, mensa sospesa in una scuola di Qualiano

Diversi i controlli anche per verificare le condizioni igienico-sanitarie delle strutture


NAPOLETANO – Si riportano di seguito gli esiti dei principali controlli effettuati dai carabinieri del NAS di Napoli,
con l’appoggio dei rispettivi reparti del Comando Provinciale di Napoli:

in Napoli, a via Milano, presso un ristorante etnico, i Carabinieri del NAS a conclusione di una verifica igienico sanitaria effettuata per constatare le carenze igienico sanitarie/documentali rilevate con diffida in settembre e l’integrità dei sigilli apposti, nella citata circostanza, agli alimenti sottoposti a sequestro, ha proceduto al deferimento alle competenti autorità del legale rappresentante per aver violato i doveri di custodia del predetto materiale a lui affidato.

In Napoli, alla via Cumana, presso un locale supermercato il personale del NAS di Napoli procedeva alla chiusura di un deposito di acque minerale, ricavato in un’area cortilizia, in quanto riscontrate gravi carenze igienico – sanitarie – strutturali nonché abusivamente attivato senza titolo autorizzativo;

a Napoli, via Beccadelli a seguito di verifica presso un ristorante interno ad un circolo privato ivi operante e sedente, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno segnalato, alle competenti autorità, il presidente del predetto circolo/associazione, per aver detenuto per la somministrazione al pubblico kg. 10 di pane e prodotti ittici mal conservati. Nel contempo, i locali cucina e deposito alimenti sono stati sottoposti a chiusura per gravi carenze igienico-sanitarie;

in Pomigliano d’Arco alla via Guadagno i militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un locale ristorante, a conclusione della quale hanno proceduto a:

– sequestrare amministrativamente circa 20 kg di prodotti ittici, risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilità alimentare;

– diffidare la parte in ordine a carenze igienico-sanitarie riscontrate, riferite agli/alle ambienti/aree deputate allo svolgimento dell’attivita’ di cui alla normativa europea in titolo.

In Napoli, in via Cardinale Capecelatro i militari del NAS di Napoli procedevano alla chiusura di un deposito per alimenti di pertinenza di un minimarket poiché risultato privo dei minimi requisiti igienico-sanitari e abusivamente attivato senza la prevista documentazione autorizzativa;

in Saviano, al c.so Umberto I, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un panificio, a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg. 50 di alimenti (freselle, biscotti, mandorle, contorni pronti, pizzette) poiché privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilita’ alimentare.

In Qualiano, alla via Di Vittorio, presso una scuola paritaria dell’infanzia e primaria, i Carabinieri del NAS, a conclusione di accertamenti successivi alla verifica igienico-sanitaria condotta il 18 ottobre 2019, hanno proceduto alla chiusura/sospensione amministrativa dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande ivi svolta (refettorio con punto cottura), poiché risultata priva dei titoli autorizzativi. Nel medesimo contesto, gli operanti hanno proceduto a diffidare l’operatore settore alimentare al fine di eliminare le gravi carenze documentali riscontrate nel corso della verifica.

In Napoli alla piazza Salvo d’Acquisto, presso un’attività di ristorazione ivi operante, i militari del NAS di Napoli procedevano alla sospensione dell’intera attività di ristorazione in quanto le non conformità igienico-sanitarie e strutturali riscontrate lo scorso mese di ottobre in precedente controllo ed oggetto di diffida non venivano sanate con conseguenziale aggravamento delle stesse.

In Napoli, in via Fontana presso un’enoteca e minimarket, i Carabinieri del NAS di Napoli a conclusione di una verifica igienico-sanitaria, hanno proceduto al sequestro amministrativo di nr. 962 bottiglie, parte in vetro e parte in PET, da un litro cadauno contenenti vino bianco e rosso, in quanto prive di indicazioni utili alla rintracciabilità delle stesse.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK