Paura nell’aversano: spari contro un giornalista, esplosi diversi colpi di pistola mentre era in auto

Paura nell’aversano: spari contro un giornalista, esplosi diversi colpi di pistola mentre era in auto

Non è la prima volta che il nostro collega è oggetto di simili intimidazioni. L’ “accusa”, da parte dei balordi, è di aver contribuito allo scioglimento di un comune della zona


CESA – Il giornalista Mario De Michele, direttore di Campania Notizie, ha subito un grave atto intimidatorio qualche ora fa. Contro l’auto del nostro collega sono stati esplosi diversi colpi di pistola mentre lui stesso si trovava all’interno. “Due frontali – racconta De Michele a casertace.net – hanno sfondato il parabrezza (uno mi ha anche sfiorato). Ancora 4 colpi, poi l’attentatore è scappato. Colpiti anche il cofano e il lunotto è andato completamente in frantumi.” Il giornalista ha denunciato l’episodio ai Carabinieri che indagano sull’accaduto.

Anche nella serata di lunedì 11 novembre, De Michele aveva subito altre gravi intimidazioni. In quella circostanza, i fatti accaddero a tra Sant’Arpino e Cesa. Due uomini  a bordo della moto, lo hanno costretto a fermarsi e lo hanno fatto uscire dalla vettura. “È colpa tua se hanno sciolto il Comune di Orta. Ora smettila di scrivere sul campo sportivo di Succivo”. Questo avrebbe urlato uno dei due aggressori (entrambi indossavano il casco integrale che ha reso impossibile l’identificazione), mentre l’altro, con una mazza, colpiva ripetutamente l’auto del giornalista casertano danneggiandola.

De Michele aveva subito altre intimidazioni tra il 30 maggio ed il 19 settembre 2018.

Il 30 luglio dello scorso anno, in particolare, quattro proiettili imbustati furono ritrovati nella cassetta della posta di casa. Nell’occasione, il nostro collega aveva anche ricevuto una lettera di poche righe in cui si faceva un chiaro riferimento al lavoro del  giornalista ad Orta di Atella. Nella lettera minatoria si legge: “Per colpa tua abbiamo gli occhi di tutto addosso. Adesso basta, non scrivere neanche più una parola su Orta di Atella. Orta per te è M-Orta”.

Da parte della redazione de ilmeridianonews massima solidarietà a De Michele ed alla sua famiglia.