Qualiano, Don Michele Mottola resta in carcere: negati i domiciliari

Qualiano, Don Michele Mottola resta in carcere: negati i domiciliari

Il giudice per le indagini preliminari ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dall’avvocato


Don Michele

CASERTA – Resta in carcere don Michele Mottola, il parroco accusato di molestie sessuali su una bambina di 12 anni che frequentava la propria parrocchia. Il giudice per le indagini preliminari ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dall’avvocato Antimo D’Alterio, ma ora l’ultima parola spetta ai giudici del Riesame.

La richiesta di scarcerazione era stata richiesta perché secondo la difesa non sussisterebbero motivi per la detenzione carceraria, chiedendo contestualmente la misura cautelare degli arresti domiciliari come misura alternativa. La decisione verrà presa nei prossimi giorni, ma non è escluso che anche i giudici del Riesame possano rigettarla.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI