Tutti pazzi per il sushi. E se sei a dieta? Valori nutrizionali e tutto quello che c’è da sapere sul cibo del momento

Tutti pazzi per il sushi. E se sei a dieta? Valori nutrizionali e tutto quello che c’è da sapere sul cibo del momento

La cucina giapponese è ormai diventata una vera moda in Italia. I consigli della dott.ssa Giovanna Riccardi


No sushi, no party!! I giovani e anche i meno giovani italiani sono totalmente innamorati di questa nuova tendenza, e ristoranti sia di alta qualità che tutti gli ‘all you can eat’, sono pieni tanto da aspettare anche interminabili file. Non c’è nulla da dire: se non mangi sushi, sei fuori dai giochi.

Infatti, Sushi e Cucina Giapponese sono ormai diventati una vera moda in Italia ed è un trend in continua crescita. Molti associano il sushi al pesce crudo, ma in realtà questo è vero solo in parte.

Il sushi infatti, è una preparazione a base di riso (riso orientale che resiste a lunghi tempi di cottura) bollito e condito con una specie di aceto, che anticamente serviva a conservare meglio il pesce e viene abbinato al nigiri sushi, formato da listarelle sottili di pesce, poste sul riso e servite accompagnate da wasabi (salsa densa e piccante ottenuta dalle radici di rafano), fettine di zenzero in salamoia e salsa di soia.

Il sashimi è invece il pesce crudo, servito a listarelle o fettine sottili.

Ingredienti freschi, semplici e poco trattati, brevi cotture o addirittura al vapore sono tutti a servizio del gusto e della leggerezza della cucina giapponese

In realtà, il sushi vanta delle ottime proprietà nutrizionali e poche calorie, in modo da poterne mangiare e non sentirsi in colpa. Un pezzo di Nigiri Sushi ha 40-50 calorie (a seconda del tipo di pesce), anche con 10 pezzi raggiungeremmo 400 kcal,inoltre la masticazione richiede più tempo e la presenza della salsa di Soia, è di aiuto per una più completa digestione.

Il Sushi, inoltre, è ricco di Omega 3, grassi particolarmente benefici per proteggere dalle malattie cardiovascolari e contribuiscono ad abbassare i livelli di trigliceridi, nonché a migliorare la sintomatologia di malattie autoimmuni e infiammatorie.

Oggi non è più un problema mangiare sushi, ed è possibile reperirlo in molti supermercati e store. Ma proprio per questo, ed un’attenzione particolare va data alla conservazione e alla preparazione.

Infatti la normativa italiana, che si riferisce alle norme europee (Regolamento europeo 853/2004), prevede che i pesci consumati crudi debbano essere lasciati nel congelatore a -20 °C per almeno 24 ore. Il congelamento, così come il calore della cottura, uccide i parassiti.

Il primo parassita che possiamo incontrare è l’Anisakis che può provocare sintomi simili ad un’intossicazione alimentare, come nausea, diarrea, vomito, forti dolori addominali, reazioni allergiche, ecc. Solitamente le larve di Anisakis sono visibili ad occhio nudo perciò gli chef dovrebbero essere in grado di individuarle, ma non sempre è possibile.

Il pesce, inotre, può divenire veicolo di tossinfezioni (gastroenteriti acute) da microrganismi come salmonella, stafilococco, listeria e, se il pesce non avuto buona conservazione al freddo, assume un cattivo odore e muta di colore, a causa della presenza di troppa istamina,  provocando  arrossamento del volto, orticaria e altri fastidi simili.

I rischi di contrarre queste infezioni da parassiti sono ovviamente maggiori se il pesce non è stato abbattuto o conservato correttamente perciò è importante rifornirsi solo presso ristoranti e supermercati di fiducia.

Buona norma è non offrire pesce crudo ai bambini al di sotto dei 12 anni, alle donne in gravidanza, alle persone allergiche ai pesci e a tutti coloro che hanno già disturbi gastroenterici acuti e cronici.

In ogni caso, se si acquistano sushi o sashimi al supermercato leggere bene l’etichetta di conservazione. Infine: un’annusatina prima di mangiare non guasta mai.

Giovanna RiccardiDOTT.SSA GIOVANNA RICCARDI

Farmacista, Biologa, Nutrizionista

RICEVE A:
  • NAPOLI – via Simone Martini, 74 (Vomero)
  • NAPOLI – corso Bruno Buozzi
  • SANT’ARPINO – via Alcide De Gasperi

SEGUIMI SU INSTAGRAM

SEGUIMI SU FACEBOOK