La moglie è malata di Sla, ipoteca la casa per finanziare la ricerca

La moglie è malata di Sla, ipoteca la casa per finanziare la ricerca

Per collaborare alla ricerca e raccogliere i fondi l’uomo ha ipotecato la propria casa


Sla

BENEVENTO – Uno dei principali finanziatori del progetto del Centro esperto Sla dell’azienda ospedaliero – universitaria di Novara, diretto dalla dottoressa Letizia Mazzini, è un commercialista di Benevento.

La moglie del benefattore è anche lei malata di Sla ed è in cura a Novara. Per collaborare alla ricerca e raccogliere i fondi, l’uomo ha ipotecato la propria casa, evolvendo tutto il ricavato per una ricerca internazionale, di cui il Centro Sla è capofila, cui aderisce anche il Massachusetts General Hospital dell’Università di Harvard.

“Senza l’aiuto della Fondazione e di questa persona – ha detto Letizia Mazzini – non avremmo potuto dare il via al progetto. La prima fase si è conclusa positivamente: la biomolecola RNS60 non crea alcun problema. La seconda, sulla sua efficacia, è in fase di completamento e nei prossimi mesi potremo esprimerci su dati precisi. Al momento possiamo solo dire che i pazienti cui è stata somministrata sono più che soddisfatti”.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK