Paolo, travolto ed ucciso da un’auto mentre era in sella alla sua bici: aveva soltanto 12 anni

Paolo, travolto ed ucciso da un’auto mentre era in sella alla sua bici: aveva soltanto 12 anni

Numerosi i messaggi di cordoglio su Facebook in ricordo di una giovanissima vita spezzata


SANTA MARIA A VICO (CE) – Si chiamava Paolo Zimbardi ed aveva soltanto 12 anni il ragazzino che ieri, nel tardo pomeriggio, ha perso la vita in un tragico incidente nel casertano. Paolo si trovava in sella alla sua bici nei pressi della via Nazionale Appia, nell’area Pip, all’altezza Lidl. Il giovanissimo è stato centrato in pieno da una Fiat Bravo in corsa ed è morto per le conseguenze del tremendo impatto.  L’auto, infatti, lo ha travolto ed è sbattuto sul vetro anteriore per poi finire a terra.

Alla guida della Fiat Bravo c’era un uomo di San Felice a Cancello, un 29enne che abita a circa 100 metri dalla famiglia di Paolo, che si era fermato a soccorrerlo.  Il giovanissimo abitava in una frazione del paese di Arienzo, Capodiconca. Il padre di Paolo, Roberto, è un fabbro molto conosciuto in città.

Numerosi i messaggi di cordoglio su Facebook in ricordo di una giovanissima vita spezzata, per quella che è una tragedia inaccettabile.

Questo il messaggio di Davide Guida, primo cittadino di Arienzo, giunto sul posto dell’incidente assieme ai genitori del ragazzo: «Il sindaco e l’amministrazione comunale partecipano al dolore che ha colpito la famiglia Zimbardi per l’assurda e improvvisa perdita del figlio Paolo».

“Profondamente addolorati e increduli – scrive la pagina di una società sportiva della zona – per la tragedia che ha colpito il piccolo Paolo, il presidente, i dirigenti, lo staff tecnico e i tesserati tutti dell’ASD Valle di Suessola si stringono intorno al dolore che ha colpito la famiglia Zimbardi. Rip campione”.

Questo invece il messaggio della pagina Facebook “Unione giovani Arienziani”: “Non ci sono parole per esprimere il nostro dispiacere per il grave lutto che ha colpito la famiglia Zimbardi. Non si può morire così,non si può morire così giovani, vi siamo vicini in questa triste circostanza. Riposa in pace Paolo”.