Nunzia Maiorano, uccisa con 46 coltellate dal marito: disposta la perizia psichiatrica

Nunzia Maiorano, uccisa con 46 coltellate dal marito: disposta la perizia psichiatrica

L’uomo era stato condannato a 30 anni di carcere ma adesso i suoi avvocati parlano di incapacità di intendere e di volere


SALERNO – Scatta la perizia psichiatrica Salvatore Siani, marito e assassino di Nunzia Maiorano. E’ incominciato ieri il processo in Corte d’Assise d’Appello per l’uomo che il 23 gennaio 2018 ammazzò la donna, con 46 coltellate a Cava de’ Tirreni, davanti al più piccino dei loro figli, un bimbo di soli cinque anni.

Ieri è stata dunque accolta la richiesta per la perizia psichiatrica degli avvocati dell’uomo, nonostante, come riportato da Il Mattino, il pg Elia Taddeo si sia più volte opposto al consulto medico. L’uomo era stato condannato a 30 anni di carcere ma adesso i suoi avvocati parlano di incapacità di intendere e di volere che ora sarà dimostrata tramite tecnica psichiatrica.

A dimostrare la sua scarsa lucidità durante l’omicidio, spiega l’avvocato Spadafora, sarebbe stato la sua intenzione di suicidarsi dopo aver sferrato oltre 40 coltellate alla moglie.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK