Nuovo picco influenzale tra gennaio e febbraio: 3 milioni di italiani a letto

Nuovo picco influenzale tra gennaio e febbraio: 3 milioni di italiani a letto

A esser colpiti maggiormente dal virus dell’ influenza sono stati, come al solito, i bambini al di sotto dei cinque anni e gli anziani


influenza

CAMPANIA – Sempre più persone a letto con febbre e mal di gola. Si avvicina il picco di contagi dell’influenza che ha già fatto 2 milioni e 300 mila “vittime”. Presto si raggiungeranno i 3 milioni. Dalla seconda settimana del nuovo anno, un “brusco aumento del numero di casi” è stato registrato soprattutto per i bambini e gli anziani.

Secondo il bollettino di sorveglianza delle sindromi influenzali InfluNet, a cura dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), i casi, la settimana passata sono stati 374.000 per un totale, da metà ottobre, di circa 2.268.000 persone a letto. E con i contagi degli ultimissimi giorni ci si avvicina ai 3 milioni di casi. Dopo il lieve calo dovuto alla chiusura delle scuole nelle festività natalizie, quindi, il numero dei contagi influenzali continua a salire velocemente.

Dal 6 al 12 gennaio 2020, l’incidenza totale è pari a 6,2 casi per mille assistiti. A esser colpiti maggiormente dal virus dell’ influenza sono stati, come al solito, i bambini al di sotto dei cinque anni. Tra di loro si osserva un’incidenza pari a 10,7 casi per mille assistiti: alta ma non in aumento rispetto alla scorsa settimana, come accade invece tra i più grandi, che finora erano stati maggiormente risparmiati dal virus. Piemonte, Lombardia, Liguria, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Campania e Sicilia sono le Regioni maggiormente colpite.

Non mancano casi gravi e complicati, per lo più in persone anziane o con altre malattie croniche. Nella settimana in corso ci avvicineremo ai 3 milioni di contagi e il picco è atteso per fine gennaio o inizio febbraio.